Home / News / News burocrazia / Revisione Scaduta: Multa ancora più salata nel 2017

Revisione Scaduta: Multa ancora più salata nel 2017

Le norme sulla revisione prevedono controlli periodici per verificare l’idoneità della moto a circolare. Meglio non dimenticarsene, ecco cosa succede se si viene “beccati” a circolare con la revisione scaduta. L’importo delle sanzioni e salato e da gennaio 2017 è aumentato!

La revisione della moto è un adempimento da rinnovare periodicamente, previsto e disciplinato dal Codice della Strada, volto ad “accertare che sussistano in essi le condizioni di sicurezza per la circolazione e di silenziosità e che i veicoli stessi non producano emanazioni inquinanti superiori ai limiti prescritti” (art. 80, comma 1, C.d.S.).
La prima revisione del mezzo nuovo va fatta al quarto anno, in seguito ogni due anni, presso la Motorizzazione o i centri di revisione autorizzati. E’ sempre consigliabile non circolare con la revisione scaduta: anzitutto per la sicurezza, visto che il mezzo potrebbe non essere “in forma”, in secondo luogo perché le sanzioni sono salatissime: la tabella allegata al D.M. 20.12.2016 prevede, dal 14 gennaio 2017, l’aumento dell’importo delle multe in conformità all’art. 195 del Codice.
Ecco quali le nuove sanzioni:
1. Circolare con un veicolo che non sia stato sottoposto a revisione, con esclusione del caso sotto specificato al n. 5 (cioè per chi circola senza revisione in autostrada): sanzione amministrativa da euro 169,00 a euro 680,00.
2. Revisione omessa per più di una volta, rispetto alle cadenze previste dalla legge: stessa sanzione prevista all’ipotesi n. 1), ma raddoppiabile.


Per i casi 1 e 2, la polizia annota sul documento di circolazione che il veicolo è sospeso dalla circolazione fino all’effettuazione della revisione. E’ consentita la circolazione del veicolo solo per recarsi presso la Motorizzazione o le officine per effettuare la revisione.
3. Circolare con un veicolo sospeso dalla circolazione in attesa dell’esito della revisione: sanzione amministrativa da euro 1.959 a euro 7.837, oltre al fermo amministrativo del veicolo per 90 giorni. Se si reitera tale violazione, si applica anche la sanzione accessoria della confisca amministrativa del veicolo.
4. Produrre agli organi competenti l’attestazione di revisione falsa: sanzione amministrativa da euro 422,00 a euro 1.697,00, oltre al ritiro della carta di circolazione.
5. Circolare in autostrada senza revisione o senza averla superata favorevolmente: sanzione da 169 a 680 euro, oltre al fermo amministrativo del veicolo (art. 176, comma 18).
L’art. 80, al comma 7, prevede il caso di incidente stradale nel quale il veicolo abbia subito gravi danni, dando la possibilità alla polizia stradale, di chiedere alla Motorizzazione l’obbligo di revisione per il veicolo danneggiato.

About TDM Staff

Sono un motociclista a tempo pieno. Adoro condividere le mie esperienze scrivendo articoli sul web grazie anche alla collaborazioni di realtà importanti nel settore. Fin da bambino ho sempre sognato di fare qualcosa a contatto con le moto, e ora eccomi qua a condividere la mia passione più grande. Con Voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi