Home / News / News attualità / Triumph Sostituirà Honda Nel Mondiale Moto2

Triumph Sostituirà Honda Nel Mondiale Moto2

Il Marchio Britannico sarà responsabile della fornitura dei motori dal 2019.

Sono passate sei stagioni dalla creazione della classe Moto2 nel 2010, classe in cui la novità principale è stata l’assoluta parità dei motori, che sono stati distribuiti sigillati a sorte: Honda è stato il marchio responsabile della fornitura dei 4 – cilindri in linea della sua CBR 600RR .
Una soluzione che ha avuto successo e la firma dell’ala dorata ha rinnovato il suo impegno fino 2018 (stagione compresa).
Con la Honda CBR600RR destinata ad estinguersi presto – vittima del crollo nelle vendite che ha colpito tutto il segmento delle ‘medie sportive’ e del mancato aggiornamento del suo propulsore alla normativa Euro4 – il colosso giapponese avrebbe rinunciato a portare avanti lo sviluppo del suo motore, e questo avrebbe spinto FIM e Dorna a valutare altre opzioni. I motori 600cc, oggi, non hanno quasi più mercato.

Secondo alcune note riviste estere, Dorna era interessata ai tre – cilindri dopo aver osservato la MV Agusta F3 675 nel Mondiale Supersport. Tuttavia, la crisi economica che sta attraversando il leggendario marchio italiano ha reso esso impossibile diventare un sostituto per la Honda dal 2019.

Al momento Triumph sembra sia la casa più favorita dalla Dorna per la fornitura dei motori anche se c’è incertezza sulle tempistiche dell’eventuale ingresso dei motori Triumph in Moto2. I propulsori Triumph potranno fare la loro comparsa già nel 2018 durante la stagione per diventare poi la soluzione definitiva della Moto2 nell’anno successivo. Secondo alcune fonti si tratterà di motori a 3 cilindri 750cc da 160 CV.

Per Triumph, se tutto ciò si realizzasse, sarebbe un gradito ritorno di immagine tra i cordoli che esalterebbe la sportività del marchio ormai incentrato più sulla produzione di motociclette dallo stile classico/retrò. Magari il tutto incentiverà la realizzazione dell’erede della ormai defunta Daytona 675R.

Ora non ci resta che attendere l’ufficialità, anche sa da più parti l’accordo è dato come già formalmente definito.

 

About TDM Staff

Sono un motociclista a tempo pieno. Adoro condividere le mie esperienze scrivendo articoli sul web grazie anche alla collaborazioni di realtà importanti nel settore. Fin da bambino ho sempre sognato di fare qualcosa a contatto con le moto, e ora eccomi qua a condividere la mia passione più grande. Con Voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi